2S

Inviare un messaggio

In risposta a:

Ex fascisti, tradizionalisti, ed i soliti noti fondano un nuovo partito di destra

Nasce il "Partito degli Ascari" ovvero Partito del Mezzogiorno

Forza del Sud, Noi Sud, Io Sud, con appoggio di Lega e PdL
lunedì 11 luglio 2011 di duesicilie
LA PRESENTAZIONE A BARI

Il patto della destra meridionale - Nasce il partito del Mezzogiorno

Confederazione «Forza del Sud», «Noi Sud», «Io Sud»
Garantito l’appoggio al governo, il 14 luglio il battesimo


A sin. Gianfranco Miccichè, Arturo Iannaccone, Adriana Poli Bortone

NAPOLI - Dalla fusione a freddo di «Io Sud» di Adriana Poli Bortone, «Forza del Sud» di Gianfranco Miccichè e «Noi Sud» di Arturo Iannaccone nasce il partito del Mezzogiorno. Quattordici parlamentari, 10 deputati e 4 senatori, presenteranno la nuova creatura politica il prossimo 14 luglio a Bari. Alla Costituente del nuovo soggetto politico saranno inoltre presenti il capogruppo di «Coesione Nazionale-Io Sud» al Senato Pasquale Viespoli, e i rappresentanti di numerosi movimenti e associazioni del Meridione. Tra questi Tommaso Romano e Nino Sala del partito Tradizional popolare e Rocco Monaco dell’associazione dei consumatori Utelit Consum.

CAMERA E SENATO - Alla Camera, oltre a Miccichè, i rappresentanti del nascente partito sono Giuseppe Fallica, Maurizio Iapicca, Ugo Grimaldi, Francesco Stagno D’Alcontres, Marco Pugliese e Giacomo Terranova di ’’Forza del sud’’ e Arturo Iannaccone, Elio Belcastro e Americo Porfida di «Noi sud». Al Senato, oltre a Poli Bortone, si potrà contare anche su Salvo Fleres, Mario Ferrara e Roberto Centaro di Forza del sud’.

DISPONIBILITA’ DEL PREMIER - «Vista anche la disponibilità del premier Berlusconi, sono già in fase di studio - annuncia Adriana Poli Bortone - numerosi emendamenti alla manovra finanziaria che saranno presentati a breve, perchè così com’è il provvedimento non contiene nulla di concreto per il Sud. Le nostre battaglie andranno dall’introduzione della territorialità delle imposte alla tutela dell’agricoltura, che in Italia non può ridursi al problema volutamente non risolto delle quote latte del nord che procurano sistematicamente un danno alle finanze dello Stato e quindi ai cittadini, a partire da quelli del Sud».

08 luglio 2011


Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l’ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

Collegamentoregistratipassword dimenticata?

Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 583907

Monitorare l’attività del sito it    ?    |    titre sites syndiques OPML   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.17 + AHUNTSIC

Creative Commons License