Warning: file_get_contents(/proc/loadavg): failed to open stream: Permission denied in /hermes/bosoraweb182/b543/ipg.carminecolacino/config/ecran_securite.php on line 302 Positivo esordio della Nazionale delle Due Sicilie - [2S] Lavori in corso

Lavori in corso

Attenzione: un problema tecnico (server SQL) impedisce l’accesso a questa parte del sito. Grazie per la comprensione.
Lavori in corso

Lavori in corso

Attenzione: un problema tecnico (server SQL) impedisce l’accesso a questa parte del sito. Grazie per la comprensione.
Triangolare di Calcio I Trofeo Smarathon, Darfo Boario Terme (Brescia)

Positivo esordio della Nazionale delle Due Sicilie

Pareggio con la Padania
domenica 3 maggio 2009 di duesicilie

Una nota dal Presidente della Nazionale delle Due Sicilie:

Dopo aver avuto, e superato brillantemente, numerosi ostacoli burocratici e puerili contrasti inscenati appositamente per impedire la sua istituzione, la Nazionale del Regno delle Due Sicilie ? ormai ufficialmente nata il 30 aprile 2009. Questa data, come giustamente sottolinea il vicepresidente Guglielmo Di Grezia, ? una data storica. Basta solo osservare la nostra bandiera che sventola alta, bellissima, ufficialmente, sul campo della citt? di Darfo Boario in provincia di Brescia. Per noi tutti, questi momenti di presentazione della squadra ci hanno dato una fortissima emozione, anche per i giovani calciatori, tra cui alcuni si erano solo conosciuti sul pullman che da Caserta li aveva portati a Darfo. Un viaggio di circa 10 ore che per? ? servito a formare e a cementare una amicizia che porter? questa squadra molto lontano.

L’’avvenimento sportivo che ha inaugurato la prima competizione in assoluto della nostra nazionale ? stato il "1? TROFEO SMARATHON", una triangolare di calcio a cui hanno partecipato la squadra nazionale della Padania, campione mondiale in carica tra le nazioni senza Stato, e la squadra della cittadina di Darfo Boario Terme militante in serie D. I nostri, dopo aver fermato pi? che onorevolmente la Padania con un pareggio (0 - 0), un incontro, questo, che meritavamo ampiamente di vincere (perso poi ai rigori per 3-2), hanno ceduto (2 - 0) solo verso il finale, anche per la stanchezza, con la Darfo, che si ? poi anche aggiudicato il Trofeo in palio.

Tutto sommato, per come si ? dimostrata sul campo, questa squadra, priva di esperienza, ha dato un’ottima impressione e il nostro allenatore, Sig. Gianfranco Napolitano di Caserta, ha ricevuto i complimenti da parte di tutti gli altri partecipanti. Una squadra, dunque, che ha un promettente avvenire e che vedremo alla prova nel prossimo incontro che si terr? nello stadio di Mercogliano (Avellino), con data da stabilire, con una delle seguenti squadre: Szombathely (Ungheria), Corsica, Catalunya.

Antonio Pagano

L’importanza di quanto ? avvenuto ieri 30 aprile 2009, ha una portata storica. Guardando indietro tutti gli ostacoli posti affinch? il progetto "Nazionale Calcio Regno Due Sicilie" non riuscisse, l’ostruzionismo creato ad arte affinch? naufragasse, sono serviti soltanto a rafforzare nello scrivente ed in tutta la dirigenza della Squadra, la forte convinzione che essa era importante e giusta.

Non voglio entrare in sterili polemiche, ma il fatto oggettivo ? e rimane quello che ora esiste qualcosa sul quale coalizzarsi e rapportarsi, un simbolo di unione e non di divisione. Il fatto di essere stati con i nostri colori, i nostri simboli alla ribalta dei media nazionali e locali, ha dato all’intero movimento un’importanza ed un lustro che sar? ora tesoro per i futuri appuntamenti.

Anche da questa parte il riscatto di una Nazione per anni bistrattata e vilipesa. I ragazzi che senza pensarci due volte si sono cimentati per difendere ed io aggiungo degnamente la nostra Nazione, mi hanno prima di tutto inorgoglito e, subito dopo, fatto sperare che la meta non ? irraggiungibile.

L’ottimo lavoro di squadra avvenuto tra il Presidente Antonio Pagano, il Tecnico Michele Riviello, l’allenatore in seconda Gianfranco Napolitano, il segretario Pompeo De Chiara ed il sottoscritto, ? servito a dimostrare che con la coesione ed il fine di intenti si pu? arrivare a tutto.

Sta ora a tutti noi, troppe volte impegnati in diatribe inutili, accrescere questo importante strumento di aggregazione di Popoli.

Portiamo avanti i nostri simboli, i nostri colori, ma soprattutto, le nostre motivazioni, i nostri diritti di uomini liberi.

Non miriamo al momentaneo interesse.

Solo cos? offriremo un futuro ai nostri figli, che ? tutt’uno con la nostra Patria.

Guglielmo Di Grezia

La Nazionale del Regno delle Due Sicilie
tra il Presidente Antonio Pagano (a sinistra) e l’Allenatore Gianfranco Napolitano


fasi degli incontri, in maglia verde la nazionale padana


La nostra bandiera nazionale


Veniamo a conoscenza che una "seconda" nazionale delle Due Sicilie (organizzata dai Comitati Due Sicilie) avrebbe "esordito" in questi stessi giorni, Nazionale che - viene dichiarato - sarebbe anch’essa iscritta alla NFBoard. Per quanto ne sappiamo (e per i documenti che abbiamo potuto visionare, vedi anche articoli da La Padania allegati) la NFBoard accetta una sola iscrizione per ogni "Nazione senza Stato" (e non potrebbe essere altrimenti) e la sola "nazionale" riconosciuta ? quella di cui abbiamo dato notizia in quest’articolo. Non sta a noi stabilire chi dice la verit? e chi mente, certamente si ritiene che aver messo su una seconda nazionale, quando gi? ce n’era un’altra, sia senz’altro inopportuno e occasione di ulteriori inutili divisioni (oltre a farci ridere dietro da parte di, e a dar ragione a, coloro che hanno sempre ritenuto il Sud incapace di organizzarsi). Insomma due nazionali invece di una non ? un passo avanti, al contrario. Che non si sia capaci di intendersi in tal senso depone male per chi proprone un’ambiziosa federazione dei movimenti meridionalisti. Ovviamente sorge la domanda sul perch? si agisca in tale deleteria maniera e quali reali interessi ci siano dietro questa inutile e dannosa duplicazione. E si parla anche di una terza "nazionale"...

Lavori in corso

Lavori in corso

Attenzione: un problema tecnico (server SQL) impedisce l’accesso a questa parte del sito. Grazie per la comprensione.
Lavori in corso

Lavori in corso

Attenzione: un problema tecnico (server SQL) impedisce l’accesso a questa parte del sito. Grazie per la comprensione.