2S
Attacco al Parco del Pollino - La Regione Calabria contro i propri cittadini

Illegittimo il sí alla centrale Mercure da Regione Calabria

secondo Luigi De Magistris (IDV) - Contraria anche la Provincia di Potenza
sabato 9 ottobre 2010

Illegittimi i provvedimenti della Regione Calabria che autorizzerebbero la riattivazione della Centrale del mercure - secondo De Magistris. Contraria anche la Provincia di Potenza (Assessore Macchia). Un grave attacco allo sviluppo delle aree del Parco del Pollino e dei suoi abitanti, a favore dell’interessi di pochi.

De Magistris (IDV): Illegittimo il sí alla centrale Mercure da Regione Calabria

CATANZARO ? 08 OTT 2010 ? ?Lascia fortemente perplessi la notizia della determinazione positiva della Regione Calabria per la riconversione della Centrale del Mercure?. Lo afferma Luigi de Magistris, europarlamentare Idv. "Con questo atto - dice de Magistris - la Regione calpesta la volontà dei cittadini e tenta di svendere il proprio territorio per soddisfare chissà quali interessi". De Magistris ha depositato, pochi giorni fa, una nuova interrogazione alla Commissione europea sull’illegittima estromissione dell’Ente Parco del Pollino sul progetto di riconversione della centrale in un impianto a biomasse. "Abbiamo rilevato numerose e macroscopiche infrazioni all’ordinamento nazionale e comunitario nell’iter autorizzativo - spiega de Magistris - in particolare sul mancato coinvolgimento dell’Ente Parco, che è l’autorità competente riconosciuta ai sensi della legge quadro sulle aree protette. L’impianto infatti è realizzato all’interno del Parco, in una doppia Zps (Zona di Protezione Speciale): Pollino-Orsomarso e Massiccio Monte Pollino-Monte Alpi". "Il provvedimento della Regione - prosegue de Magistris - è inoltre da ritenersi illegittimo, sia perché non vede coinvolti gli enti interessati e i cittadini, con un’apposita conferenza dei servizi, sia perché il dirigente del settore avrebbe utilizzato gli atti nulli prodotti dalla Provincia di Cosenza prima di essere dichiarata incompetente". "La Regione Calabria - conclude de Magistris - dovrebbe responsabilmente bloccare l’iter e abbandonare il progetto di riconversione, rispettando le volontà della comunità locale che chiede la tutela del territorio, dell’ambiente e del diritto alla salute. E’ una scelta politica che investe il futuro dell?intera area del Pollino. La centrale a biomasse metterebbe una pietra tombale sulle opportunità di sviluppo di un territorio la cui ricchezza è rappresentata dall’ambiente, dal paesaggio, dal patrimonio culturale, dalle produzioni tipiche. Un patrimonio che verrebbe distrutto per sempre, soltanto per arricchire i soliti prenditori e lasciare il miraggio di pochi posti di lavoro come elemosina per la comunità".


Assessore Macchia: Provincia di Potenza contraria a riattivazione della centrale del Mercure

8 OTTOBRE 2010

In ordine alla decisione della Regione Calabria di autorizzare il progetto di conversione della centrale termoelettrica del Mercure, il vicepresidente e assessore all?Ambiente della Provincia di Potenza Massimo Macchia ha ricordato come pur condividendo il ricorso alle biomasse, in una regione che ne ha una produzione spontanea elevata, la Provincia di Potenza, che non rilascia autorizzazioni ma pareri, ha ribadito il proprio parere negativo alla riconversione della Centrale Termoelettrica del Mercure, dopo averlo gi? rilasciato in sede di conferenza dei servizi convocata dall?amministrazione provinciale di Cosenza e conclusasi lo scorso 30 luglio 2009?.

?Un parere le cui motivazioni ? ha continuato ? riguardano sia le ricadute ambientali sia alcune problematiche di carattere programmatorio e di valutazione territoriale da approfondire. Quanto a quest?ultime si evidenzia, in particolare, la tenuta dell?infrastruttura viaria di competenza della Provincia di Potenza, rispetto all?aumento dei volumi di traffico e alla loro incidenza sulla sicurezza stradale. In questo contesto, quel progetto di riconversione che prevede di ?importare? biomasse da altre regioni mal si concilia con un territorio che si trova nel cuore del Parco nazionale del Pollino. Il progetto, pertanto, allo stato attuale, non sembra essere compatibile e sostenibile anche rispetto alle vocazioni ambientali e naturalistiche dell?area interessata?.
?Area che, nell?ambito del Piano strutturale provinciale, in fase di adozione, ? caratterizzata ? ha concluso Macchia ? da un livello di naturalit? elevata, rispetto alla quale sono in corso sia politiche di tutela delle risorse ambientali del Sirino, della costa di Maratea e del Pollino, sia politiche di valorizzazione del parco.

da www.olambientalista.org - Organizzazione Lucana Ambientalista


Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 216 / 497769

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito Attualità  Monitorare l’attività del sito Italia  Monitorare l’attività del sito Due Sicilie   ?    |    titre sites syndiques OPML   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.17 + AHUNTSIC

Creative Commons License